B&B Boscoverde

Perfetto d’estate, suggestivo ed emozionante d’inverno, l’Appennino Tosco-Emiliano è il luogo ideale anche per trascorrere una vacanza nei periodi primaverili e autunnali, fuori dalle stagioni più gettonate normalmente dai turisti. Sono tantissime, infatti, le attività  che è possibile praticare nella nostra montagna, a cominciare da quelle all’aria aperta, approfittando delle giornate di bel tempo. Sia in primavera sia in autunno, infatti, se il sole lo permette, le condizioni sono ideali per camminare lungo i sentieri dellìAppennino, praticando trekking. Nella nostra zona vengono organizzate escursioni naturalistiche guidate durante tutto l’anno, anche in ottobre e novembre, e in aprile e maggio, oltre che in estate e in inverno.
I nostri boschi poi sono ricchi di funghi. Il porcino che cresce spontaneo nel nostro Appennino è una delle eccellenze della nostra cucina, piatto tipico di stagione che si può gustare praticamente in tutti i ristoranti della zona. Nei risotti, come contorno sulla carne, oppure fritto. E per gli appassionati di funghi, anche per chi non risiede in un comune del territorio, E’ possibile avventurarsi alla ricerca di funghi, munendosi di un apposito tesserino obbligatorio rilasciato dal Parco del Frignano. Sono tantissime, soprattutto in autunno, le persone che scelgono i nostri monti per una giornata all’insegna della natura, per una passeggiata nel bosco con gli occhi rivolti a terra, nella speranza di trovare nascosto tra le foglie uno splendido porcino. Proprio in onore del re dei funghi, viene organizzata a Sant’Annapelago, nel periodo autunnale, una sagra interamente dedicata al porcino, con piatti tipici, degustazioni e tante curiosità.
Ma le sagre dedicate ai prodotti tipici del nostro Appennino non mancano, durante l’intero periodo dell’anno. Dalla ricotta a Riolunato, alla castagna a Pievepelago, dal croccante a Fiumalbo al tartufo a Montefiorino, fino al mirtillo a Fanano.
Soggiornare nel nostro Appennino non significa soltanto natura. Sono tantissimi, infatti, i borghi suggestivi che circondando il nostro B&B dove è possibile visitare chiese antiche e musei, e ammirare volte e scorci che resistono intatti dal medioevo. Come il paese di Fiumalbo, Città  d’Arte e Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, una meraviglia tutta da scoprire. A pochissimi chilometri da Sant’Annapelago, un borgo incantato incastonato tra le montagne che merita una visita in ogni periodo dell’anno, si trova poi il paese di Roccapelago, borgo suggestivo che conserva ancora un castello medievale, che fu feudo del condottiero di ventura Obizzo da Montegarullo. Proprio tra le mura della rocca si trovano oggi due musei visitabili durante tutto l’anno. Il primo dedicato al periodo medievale di Roccapelago, il secondo dedicato alla straordinaria scoperta archeologica delle mummie di Roccapelago, risalenti al periodo compreso tra il Cinquecento e il Settecento e rivenute pochi anni fa, praticamente per caso, in una cripta cimiteriale rimasta nascosta per secoli. Il Museo delle Mummie di Roccapelago, dalla fama ormai internazionale, è quindi una delle tappe obbligate per chi viene in Appennino, visitabile durante tutto l’anno.
Merita una vista anche San Pellegrino in Alpe, dove si trova il santuario di San Pellegrino e San Bianco, nonchè un museo etnografico con ben 14 sale visitabili.
E per chi in vacanza vuole concedersi qualche ora in completo relax, tra bagni idromassaggio, bagni di fieno e mirtilli, docce emozionali e sauna? L’alto Appennino Tosco-Emiliano offre anche questa possibilità . Si trovano in zona, a pochi chilometri da Sant’Annapelago, diversi centri benessere dove trascorrere un pomeriggio in completo relax.

Translate »